L'Eurosky e il divieto di superare la Cupola di San Pietro

Per la serie "forse non tutti sanno che...", qualche giorno fa ho scoperto che a Roma vige la regola che nessun edificio deve essere più alto della cupola di San Pietro. 
Cosaaa??? E il bello è che a dirmelo, è stato un tipo di Milano. Cioè, possibile che in trentadue anni di vita, nessuno si sia mai preso la briga di raccontarmi questa storia della Cupola?
Mi informo un po' e leggo che effettivamente i Patti Lateranensi stabilirono che nessun edificio romano avrebbe dovuto superare in altezza il così detto "Cupolone".
Hai capito! Una cosetta così... giusto per non sottolineare la sudditanza del Regno d'Italia con la Santa Sede.
In verità però, approfondendo un pochino la mia ricerca da scuola elementare,  scopro che da nessuna parte è scritto che la Basilica di San Pietro debba essere l'edificio più alto della città eterna e questa tesi è sostenuta da molti studiosi che non hanno trovato alcuna traccia di questo trattato e oltretutto quando il Sindaco di Roma Gianni Alemanno, ha annunciato che il nuovo piano urbanistico avrebbe previsto la realizzazione di grattacieli nelle periferie, nessuno in Vaticano si è scomodato per dire nulla e considerato che solitamente quelli saltano sulla sedia non appena vola una mosca, evidentemente significa che questa storia che vorrebbe la Cupola di San Pietro come l'edificio più alto di Roma, è una bella minchiata. Insomma, una leggenda metropolitana magari vecchia di anni, ma pur sempre una leggenda senza alcun fondamento giuridico.
Tra i vari articoli nei quali mi sono imbattuto, ho letto anche che fu abbassato il Minareto della Grande Moschea romana (che tra parentesi è la più grande d'Europa) e l'articolo diceva che la sua altezza fu ridimensionata per non superare la Cupola di San Pietro e magari è anche vero, ma fu una decisione dell'Architetto progettista Paolo Portoghesi, al quale nessuno impose nulla e cioè... se gli spedirono a casa una testa di cavallo, questo l'articolo non lo dice, però per quello che so io fu una sua personale decisione e non dovette sottostare a nessuna regola.
Appurata l'inconsistenza di questo sciocco vincolo di altezza che dicono risalga ai Patti Lateranensi, ecco arrivare a Roma il grattacielo del futuro; l'Eurosky Tower diventerà uno degli edifici più alti dell'intera penisola.
Cavolo, viene da pensare, sarà alto come la Torre Eiffel? O forse come l'Empire State Building?!?
Niente di tutto questo. L'edificio sarà composto da 28 piani, per un'altezza totale di 120 metri, quindi 16 metri in meno rispetto alla Cupola di San Pietro (che ha un'altezza di 138 m); ma sovrasterà il Cupolone con la sua antenna, raggiungendo un altezza di 155 metri e quindi record infranto, bye bye Patti Lateranensi e tutti i santi incoronati.
Che poi dici: minchia, addirittura 155 metri!! Sì... roba che paragonato ai grattacieli di New York (l'Empire è alto 443 m) questo sembrerà una cacata di un piccione e ok, è comunemente definito grattacielo qualsiasi edificio superiore ai 100 metri di altezza o maggiore di 15 piani e quindi questo Eurosky Tower è considerato a tutti gli effetti un grattacielo, però magari continuiamo a chiamarlo "torre", che facciamo più bella figura.

Poi vabbè, se vogliamo parlare di cose serie, posso dirvi che l'Eurosky Tower utilizzerà le più avanzate tecnologie in materia di risparmio energetico e che sul tetto spiccheranno due grandi strutture contenenti pannelli fotovoltaici e che ci sarà un sistema di recupero delle acque piovane e poi la raccolta differenziata pneumatica dei rifiuti e una palestra panoramica e una lavanderia e una sala riunioni e praticamente uno dice: fighissimo, ma quanto mi costano tutti questi comfort?
Ecco.
Vi ho già detto della terrazza con i pannelli fotovoltaici? No, perché magari se sottolineo il tema del risparmio energetico, quei quattro milioni di euro per un appartamento di 200mq, non vi sembreranno poi così tanti. Ah e ovviamente il prezzo sale man mano che si sale di piano, questo lo davo per scontato. Ecco. E la vera notizia è che la famiglia Totti (proprio quella di Francesco e Ilari), si trasferirà presto all'ultimo piano di questa torre super-teconologica.
Che poi bho... nel senso... sei io avessi una somma tale, di certo non mi comprerei un super appartamento nella periferia dell'EUR, e insomma, va bene l'impianto fotovoltaico e la palestra e tutti i cazzi e i mazzi, però se quando esco devo prendere la macchina anche solo per comprare un litro di latte, allora che cazzo! A questo punto a quel prezzo mi compro un signor attico in Campo di Fiori e ho tutta la città ai miei piedi e quando mi affaccio alla finestra non vedo il Centro Commerciale Euroma2. Ecco.


Share on Google Plus

About Lord79

Se Lord79 non vi piace, sappiate che mi chiamo Emilio.
    Blogger Comment

20 commenti:

  1. Buongiorno Lord,
    eh si!a lavoro anche oggi...e come vedi una delle prime cose che faccio è entrare nel tuo blog (dopo il caffè of course!)... io so che di questi vincoli ne esistono in giro, tipo a Caserta nesennun edificio può superare in altezza la Reggia... e figurati che la Reggia è molto più bassa del "cupolone"...
    Buona giornata a tutti!

    RispondiElimina
  2. Ah sorry, ho dimenticato di firmare!

    NaLiRm

    RispondiElimina
  3. Mah, penso che la famiglia Totti abbia chi glielo va a comprare il latte... :-)

    RispondiElimina
  4. Ma l'immagine che hai postato è il rendering del palazzo?
    Allora posso dire una cosa anche se non sono architetto... sto grattacelo fa cacare: a parte che quell'antenna massa cosi, alla prima folata di vento se la ritrovano nel parcheggio,e poi la forma sembra un parallelepipedo.
    Non ci sono più i grattaceli fallici di una volta? potresti disegnargli qualcosa tu Lord!

    RispondiElimina
  5. Anche io con quella cifra mi prenderei un bell'appartamento nel centro storico.
    Speriamo solo che questa meraviglia venga su soltanto con mezzi privati.

    RispondiElimina
  6. Tralasciando il fatto che sto coso è di una bruttezza inenarrabile, il non dover superare l'edificio storico più alto della città è unusanza che si ha anche in altre città. Torino per esempio ha visto grandi polemiche per la costruzione del grattacielo di Intesa-SanPaolo di Renzo Piano che, (orroree!!) superava di qualche metro la guglia della Mole Antonelliana. E non ricordo se alla fine l'abbia spuntata la Mole o Piano. E per il progetto del grattacielo della Regione Piemonte di Fuksas sai che han fatto? E' di qualche metro più bassa della Mole.

    A Milano siamo più pragmatici: non si possono superare i 108m della Madonnina del Duomo? (tra l'altro con una legge del 1930)
    Ogni grattacielo che supera in altezza il Duomo ha visto la posa sulla sua sommità di una copia in scala ridotta in oro della Madonnina. Così oggi sia il Pirellone che Palazzo Lombardia hanno la loro nuova sommità.

    Alla fien di tutto sto sproloquio però da storico dell'arte mi vien da dire che Roma non deve competere con le altre città per l'altezza. Con tutto il suo tessuto urbano e il suo vissuto l'ultima cosa che ci vuole è una gara di brutti parallelepipedi svettanti e una pletora di coattoni che le dimorano ;)

    RispondiElimina
  7. Premetto che il progetto Eurosky Tower non mi ha mai fatto impazzire, mi sembra la continuazione della lunga serie di successo "in Italia facciamo i grattacieli, ma facendo in modo che non sembrino tali, mica di offendere qcuno...". Tra l'altro assomiglia alle torri popolari in zona Bovisa a Milano...

    Probabilmente quello che dici deve essere una delle tante "regole non scritte" che abbondano nei protocolli tra potenti (?). Della stessa serie di quelle regole che ha costretto Renzo Piano a rivedere l'altezza del grattacielo che a Torino sarà la sede del gruppo Intesa Sanpaolo, tutto per non superare la Mole... Peccato però che il grattacielo di Fuksas che sarà la sede della regione Piemonte se ne strafotterà di tutto coi suoi 200 m.

    Anche qui a Milano, come anticipato da Matt, c'è una sorta di "cortesia" con l'Arcidiocesi più grande del mondo: insomma Tettamanzi potrà pure essere alto 1 metro e 12 cm. scarso, ma non toccatemi la Madunina!!! Come dice Matt, da buoni milanesi che tovano sempre il "cavillo" abbiamo messo una Madonnina tutta d'oro su ogni edificio più alto del Duomo: risultato è che OGGI l'edificio più alto d'Italia è la sede della regione Lombardia, coi suoi 161 m. ca., che sarà superato dalla ex "Città della moda" (230 m. la guglia) e dal "Dritto" del complesso Citylife (210 m. ca.)

    Nulla più si sa del grattacielo che avrebbe dovuto raggruppare i vari uffici comunali o del grattacielo per l'Expo: ma questo perchè alla Moratti non piacevano grattasmog, vediamo se col Pisapippa cambia qcosa... ;)

    RispondiElimina
  8. Scusa, semplice curiosità, ma a Roma c'è, se non sbaglio, un ristorante che si chiama il Fungo ed è su una torre bella alta. Anche quella non supera San Pietro?

    RispondiElimina
  9. Vogliono superare la cupola della Basilica di San Pietro? Ricordatevi quello che accadde alla torre di Babele! hihihi ;)
    Comunque è vero, quella torre ha un'architettura troppo ovvia, quel parallelepipedo fa proprio pietà!
    P.S. Ma a che ora ti alzi per scrivere il blog?

    RispondiElimina
  10. quanto è brutto .....

    RispondiElimina
  11. Ma fare un qualcosina che ci porti avanti nel tempo (che ne so, tipo La Défense a Parigi o lo Shard a Londra) no eh?
    Non mi pare che la Regina abbia piantato i piedi perchè Renzo Piano le ha fatto una piramide da cui le si vede in casa (più o meno.. London Bridge e Westmister non sono esattamenten a 2 passi!)

    RispondiElimina
  12. Se fosse vera questa regola.. che gran MINCH... ehmmmmmmm

    RispondiElimina
  13. Se Lord me lo concede, mi permetto di fare alcune precisazioni. Essendomi conciato da Cardinale l'estate scorsa (ricordi Lord...?) sono avvezzo agli incensi e ai codici di Diritto Canonico e relativi Concordati.

    L'articolo 7 del Trattato del 1929 tra Santa Sede e Stato Italiano prevede, dal punto di vista urbanistico sulle altezze degli edifici, soltanto questo:

    Nel territorio intorno alla Città del Vaticano il Governo italiano si impegna a non permettere nuove costruzioni, che costituiscano introspetto, ed a provvedere, per lo stesso fine, alla parziale demolizione di quelle già esistenti da Porta Cavalleggeri e lungo la via Aurelia ed il viale Vaticano.
    In conformità alle norme del diritto internazionale, è vietato agli aeromobili di qualsiasi specie di trasvolare sul territorio del Vaticano.

    Questo per quanto attiene al Diritto Internazionale.
    Dal punto di vista strettamente religioso, la prassi canonica prevede che non possa essere realizzato un edificio di culto CATTOLICO che in altezza superi la cupola di San Pietro a Roma. Vedete ad esempio il caso della Basilica di Nostra Signora della Pace di Yamoussoukro in Costa d'Avorio, copia più o meno identica di San Pietro e che all'epoca rischiò di non essere consacrata finché l'altezza della cupola non fosse stata ridotta di qualche metro rispetto a quella dell'originale San Pietro. Cosa che avvenne nel 1990 quando il Papa polacco la benedì.
    Quindi: se non parliamo di luoghi di culto e, soprattuto, non parliamo di edifici ad uso diverso da quello di culto ma costruiti a ridosso delle mura perimetrali del Vaticano, si è padroni di costruire qualunque cosa di qualunque altezza, Eurosky compreso
    ;-)

    RispondiElimina
  14. Una domanda da non consocitore della periferia romana: ma c´e´veramnte bisogno di quetso mammozzone? Nel senso la periferia di Roma non ha gia´troppi problemi per acuirli con un palazzone del genere ...ma invece di peensare alle colate di cemento perche non pensiamo prima a qualche albero?

    RispondiElimina
  15. Hai ragione Simone: direi proprio di no, visto che il territorio del Comune di Roma (3.000.000 ab. ca.) è 10 volte il territorio del Comune di Milano (1.500.000 ab. ca.). Però questa è solo la mia opinione...

    RispondiElimina
  16. noi torinesi non abbiamo bisogno di patti lateranensi per obbligare Renzo Piano ad abbassare di 2 piani il grattacielo San Paolo perchè se no era più alto della mole, anche se adesso non si sa bene come sia capitato il nuovo palazzo della regione progettato da Fucsas è più alto della mole di ben 40 metri....

    RispondiElimina
  17. Esatto Fabio! Quello che dicevo io...

    RispondiElimina
  18. >>>NaLiRm
    La questione è se questo regolamento edilizio (chiamiamolo così), è regolamentato da qualche parte o se è solo una chiacchiera.

    >>>Enrico*
    Bhe, sicuramente hanno una dozzina di aiutanti, ma la Ilari mi pare la tipa che se deve scendere al mercato a comprare il cavolfiore, ci scende tranquillamente.

    >>>vittorio
    Sì, sì, quello è il modello tridimensionale e comunque con la costruzione stano già a buon punto e quindi è ben visibile come sarà la forma finale.
    Quel grande paravento che vedi è per i pannelli solari e quindi deve avere un'inclinazione particolare per accogliere al meglio i raggi del sole... vabbé in generale penso anche io che non sia un esempio di architettura particolarmente interessante, però pensa pure che sarà un grattacielo principalmente residenziale e quindi forse inventare forme strane sarebbe stato controproducente.

    >>>loran
    Saremmo vicini di casa quindi...

    >>>Matt
    Ma lo sai che non la sapevo proprio questa storia della madonnina.
    Non si finisce mai di imparare...

    >>>anonimo 03 giugno 2011 12:04
    Sì è corretto, esiste il ristorante chiamato comunemente Fungo, ma non è assolutamente più alto di San Pietro. Non so dirti con precisione che altezza abbia, ma stiamo nell'ordine degli otto piani secondo me.

    >>>Mensor
    Molti post li scrivo la sera e poi metto la pubblicazione automatica per la mattina. Figurati se mi svegli presto per scrivere!

    >>>*NatoStanco*
    Eh vabbè, ma voglio delle motivazioni!

    >>>miky
    >>>Poto
    >>>Fabio
    Posso dirti che trovo stupida la regola non scritta del portare rispetto ad altri edifici?
    Voglio dire, qui in Italia abbiamo una teoria tutta nostra in fatto di leggi urbanistiche e allora tutto cioè che è antico è ritenuto intoccabile anche se fa palesemente cagare e però le cose vecchie sono patrimonio di non so cosa e quindi ci ritroviamo con centri storici obsoleti da tutti i punti di vista e le uniche cose che si smuovono sono nelle periferie, il più delle volte realizzate per renderle più appetibili o più semplicemente per "riqualificarle" e se dobbiamo stare anche a guardare ai palazzi storici che sono chilometri di distanza portando rispetto... bhe allora cazzo, non siamo più liberi di fare nulla! Premesso che Fuksas mi sta sulle palle (motivi personali), però se il progetto prevedeva un'altezza di 200 metri, mi sembra ridicolo cambiarlo per una legge che non si sa da cosa derivi.
    E poi questa è architettura residenziale... secondo me non si possono fare cose troppo stravaganti. L'esempio dello Shard è un po' poco calzante perché accoglierà al suo interno molti uffici, ristoranti, appartamenti di prestigio e Hotel a cinque stelle. Insomma, qui invece parliamo solo di appartamenti, ecco.

    >>>awkward
    Ah su questo concordiamo!

    >>>Ballestrero
    Certo che concedo!
    Vedo che comunque il punto di arrivo è lo stesso che avevo trovato io: quella del non superare San Pietro è una regola che non esiste.

    >>>Simone
    Diciamo che questa Torre si inserisce in una periferia d'élite, nel senso che uno di solito si immagina la periferia come un quartiere malfamato e poco sviluppato. In questo caso stiamo parlando invece di una zona abbastanza prestigiosa e quindi questo edificio con appartamenti di lusso ci calza a pennello.

    RispondiElimina
  19. Premetto che sono tutto fuor che un conservatore radicale, però un minimo di rispetto per gli edifici storici ci deve pur essere! Dopo tutto sono il genere di edifici per i quali dall'estero vengono in Italia. Da questo punto di vista (e solo da questo) è quasi inutile fare grattacieli, perchè quelli che facciamo in Italia fanno ridere paragonati a quelli che fanno all'estero. Bisogna dire che gli edifici storici in Italia sono stra-stra-stra tutelati da Beni Ambientali, fasce di rispetto e quant'altro, per cui queste convenzioni sulle altezze da non superare sono IDIOZIE, condivido con te! Andavano bene per le città delle cartoline degli anni '50-'60, ma ora... La crescita in altezza dell'architettura è inevitabile e io stesso sono un fan dei grattacieli, per cui cerchiamo almeno di farli belli!
    Per quanto riguarda l'Eurosky Tower mi sono già espresso, aggiungo che quei pannelli sul tetto sono A-B-O-M-I-N-E-V-O-L-I!!!

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina